Realizzazioni 23 - Imitazioni



Credo di avere scoperto qualcosa di interessante. Studiando le imitazioni per moto parallelo ed obliquo.

 

Il modello di batt1 viene imitato di seguito per moto parallelo
(ogni battuta sale di un semitono per tutti i 12 suoni della scala cromatica)
mentre nel rigo superiore il modello viene imitato per moto retto.
Questo procedimento da luogo a 17 imitazioni diverse, undici per moto parallelo
e sei per moto retto.

Mentre possiamo usare tutte le sei imitazioni per moto retto perchè si mantengono all'interno della tonalità di impianto, potremo utilizzare solo quattro imitazioni per moto parallelo:
le prime due (batt 6 e 8) che imitano il modello a intervalli di quarta e quinta ascendente coincidono con quelle per moto retto e quindi non presentano alterazioni,
le altre due (batt 3 e 11) presentano solo una alterazione e possono essere usate
per modulare ad una tonalità vicina.
Cioè il F# di batt 3 può essere utile per modulare nella tonalità di G maggiore mentre il Bb di batt 11
ci permette di entrare nella tonalità di F.
Quindi l'obiettivo della prossima realizzazione sarà di scrivere una frase usando i suoni 1, 2, 3, 5, 6 della tonalità di impianto (che in questi esempi è sempre C maggiore o Am perchè non hanno alterazioni in chiave) e raggiungere tramite il procedimento di imitazione le tonalità vicine.

 

Queste (sopra) sono tutte le imitazioni per moto parallelo del modello
che non hanno alterazioni o con una sola alterazione,
utile per modulare di passaggio verso tonalità vicine (F# o Bb)..
Quindi dopo il modello potrò proseguire con ognuna di queste imitazioni per moto parallelo
e muovermi tra una tonalità e l'altra.
Interessante e questo apre finalmente ad un'armonia più vagante, che non ha ancora il supporto melodico necessario ma riesce a muovere coerentemente due voci uguali e sviluppa un'armonia sicuramente più ricca di colori. Bene, forse i primi frutti della traversata nel deserto delle specie.

 

L'imitazione sopra cerca di introdurre i cinque modelli elencati nel pentagramma precedente
facendo partire la prima imitazione a metà del modello imitato.
Questo procedimento può portare a combinazioni interessanti.
Mi diverto ad abbozzare una linea superiore che per quanto vaga e vagante
offre coesione ad un marchingegno quasi ingenieristico.
E presto gli porterà l'anima.

 
 

avanti