Realizzazioni 26 - Contrappunto rivoltabile


Concludo lo studio del contrappunto astratto, quello che esclude l'uso di motivi o temi,
con questa realizzazione che studia i tre contrappunti rivoltabili (all'8a, alla 10a e alla 12a).

 

Le prime 4 battute presentano un contrappunto rivoltabile all'8a.
Da battuta 5 il contrappuntunto è alla 10a
e da battuta 9 alla fine è un contrappunto alla 12a.

Il CF prende come modello le prime 2 battute variandole a batt 5 e 9 con un movimento per moto retto.
Le tre frasi sono collegate molto provvisoriamente ma ben costruite al loro interno.
Questo studio del resto nasce dall'esigenza di ascoltare e confrontare
tre forme di contrappunto diverse. Non offre altro.

L'ascolto non è spiacevole e si consuma lentamente.
I mezzi permettono ormai di introdurre intenzioni quasi espressive.
E iniziano a comparire le prime inevitabili forme di organizzazione melodica,

Manca del tutto il supporto armonico e lo studio della fuga non lo impone ancora
perchè i principi della fuga di scuola
si muovono ancora all'interno di logiche polifoniche.

Ma il cammino di Adrian, come si è poi dimostrato, prevedeva di completare lo studio dello stile contrappuntistico per poi poterlo controllare all'interno di una concezione armonica,
in una sintesi moderna, efficace e nuova.

Fu con quella intenzione
che Adrian decise di concludere i suoi studi di contrappunto con la fuga,
forma di organizzazione estema dello stile contrappuntistico
che si costruisce sulle 5 specie, sulle mescolanze, le imitazioni e il contrappunto rivoltabile,
Era la forma perfetta per utilizzare tutte le possibilità offerte dallo stile
e per creare cattedrali polimelodiche di rara perfezione strutturale.


avanti